Gruppo Alperia: approvati i risultati in netta crescita

• Ricavi complessivi in aumento pari a circa 1,3 miliardi di euro (nel 2017 erano 1,1 miliardi di euro)

• EBITDA in aumento a 199 milioni di euro (nel 2017 erano circa 150 milioni di euro)

• Utile netto consolidato in deciso aumento pari a circa 44 milioni (nel 2017 erano 2 milioni di euro)

• Oltre 84 milioni di investimenti (nel 2017 erano 62 milioni di euro)

• Indebitamento sceso sensibilmente a 388 milioni di euro (erano 422 alla fine dell’anno 2017)

In data 28 marzo 2019 il Consiglio di Gestione di Alperia SpA ha esaminato e approvato i dati relativi all’esercizio 2018 della Società e del Gruppo.

I ricavi complessivi di Gruppo si sono attestati a 1,272 miliardi di euro, in notevole aumento rispetto all’anno scorso (+148,7 milioni) e sono stati influenzati
da un’ annata favorevole da un punto di vista sia degli apporti idrici che dei prezzi sui mercati dell’energia; il prezzo medio registrato presso la Borsa elettrica è stato pari ad oltre 61 euro/MWh, in aumento del 13,6% rispetto al 2017.

L’EBITDA di Gruppo è risultato pari a 199,3 milioni di euro contro 149,9 milioni del 2017; il confronto tra i due anni non è tuttavia omogeneo in quanto beneficia del cambio del perimetro di consolidamento e della classificazione tra le Discontinuing Operations di alcune società.

L’utile netto consolidato, pari a 43,7 milioni di euro, è stato particolarmente positivo mentre il 2017 si era chiuso con un risultato positivo di 1,9 milioni, che è stato fortemente influenzato da una rettifica su alcuni asset di generazione idroelettrica pari a circa 23 milioni (effetto netto).

In notevole aumento sono risultati anche gli investimenti effettuati nel 2018 pari a circa 84 milioni di euro (nel 2017 erano risultati pari a 62 milioni di euro), in particolare nella distribuzione di energia elettrica per rafforzare la qualità e la continuità del servizio e nella generazione per l’ammodernamento delle centrali idroelettriche.

L’indebitamento finanziario netto è in ulteriore consistente calo rispetto al 2017, attestandosi – a fine 2018 – a 388 milioni di euro (era 422 milioni di euro al 31 dicembre 2017), evidenziando la positiva capacità del Gruppo nella generazione di cassa anche al netto dei benefici derivanti dalla classificazione nelle Discontinuing Operations di alcune società del Gruppo. 

Il rapporto PFN/EBITDA è sceso da 2,8x (2017) a poco meno di 2,0x (2018) e consente un’ottima flessibilità finanziaria per le scelte di investimento future del Gruppo.

Alperia SpA: Proposta di dividendi da parte del Consiglio di Gestione
Il Consiglio di Gestione ha proposto la distribuzione ai soci di 24,0 milioni di euro a titolo di dividendi riferiti all’esercizio 2018 (+ 3,0 milioni rispetto ai dividendi deliberati l’anno scorso), l’accantonamento di circa 1,4 milioni di euro alla riserva legale (come previsto dalla vigente normativa) e il riporto a nuovo dei restanti circa 1,8 milioni.


Fattori rilevanti nelle singole Business Unit

Business Unit Generazione
- Idraulicità sopra la media storica dovuta a nevicate particolarmente abbondanti nel periodo invernale a cui sono tuttavia seguiti mesi di scarsa piovosità
- Produzione di energia elettrica, concentrata prevalentemente nella fonte idroelettrica sul territorio altoatesino, di 4.091 GWh, in aumento del 20% rispetto al 2017

Business Unit Vendita e Trading
- Quantità di energia elettrica venduta ai clienti pari a 3.994 GWh, in aumento rispetto all’anno precedente del 24%
- Volumi di gas ai clienti attestati a 367 milioni di metri cubi in aumento rispetto al 2017 del 12%
- Vendita all’ingrosso di energia elettrica pari a 1.907 GWh, in diminuzione del 17% rispetto al 2017

Business Unit Reti
- Energia elettrica distribuita sul territorio altoatesino pari a circa 2,6 TWh (2,5 TWh nel 2017) a circa 233.000 punti di prelievo
- Estensione della rete elettrica pari a 8.558 km con i relativi impianti e infrastrutture
- Interramento delle linee elettriche pari al 70%, così da ridurre al minimo l’impatto ambientale e paesaggistico

Business Unit Calore e Servizi
- Produzione di energia elettrica da cogenerazione e da biomassa in calo da 344 GWh (nel 2017) a 274 GWh (2018)
- Produzione di energia termica pari a 199 GWht in leggero aumento rispetto al 2017

Business Unit Smart Region
- Comprende per la prima volta la nuova partecipata Alperia Bartucci (attiva nel settore dell’efficienza energetica). Il numero TEE (Titoli di Efficienza energetica) per progetti raccolti da parte di Alperia Bartucci nel 2018 equivale a 17.803.
- Alperia Fiber (operante nel settore delle fibre ottiche) e Alperia Smart Mobility (attiva nel settore della mobilità elettrica) hanno contribuito a sviluppare nuovi prodotti e servizi. Alla fine del anno 2018 risultano istallate 320 stazioni di ricarica private e pubbliche.
- Tale Business Unit ha contribuito con un importo di 3,1 milioni di euro al raggiungimento dell’EBITDA di Gruppo.


Gruppo
-Un importante accordo sottoscritto nel corso del 2018 è rappresentato dalla risoluzione consensuale dell’accordo firmato a suo tempo con Enel Produzione Spa (e valevole fino al 2025 compreso) per la prestazione dei servizi di Energy Management; questo accordo rappresenta un passaggio storico per il Gruppo Alperia perché consente a quest’ultimo di raggiungere il pieno controllo di tutti gli impianti idroelettrici del Gruppo e di ottenere una migliore pianificazione, gestione e vendita dell’energia elettrica nonché una semplificazione di molte attività collaterali. L’effetto one-off di questa operazione sull’EBITDA 2018 – come costi non ricorrenti - è pari a circa 6 milioni di euro.
- L’innovazione è sempre più al centro delle attività a livello di Gruppo. L’Innovation Board ha il compito di individuare, valutare e sviluppare i progetti innovativi che nascono dall’interno. Tramite l’iniziativa Alperia Startup Factory il Gruppo Alperia ha voluto selezionare nel 2018 Startups esterne con le quali individuare progetti nuovi e rafforzare iniziative innovative.

Il Direttore Generale Johann Wohlfarter ha così commentato i risultati del Gruppo Alperia: ”Dal punto di visto operativo, è da sottolineare che nel corso del 2018 è stato condotto un approfondito studio dell’assetto commerciale del Gruppo; tale analisi ha fatto emergere l’opportunità di costituire una Smart Services Company accentrando in quest’ultima società tutte le attività di vendita del Gruppo, a prescindere dalle commodity e dai servizi commercializzati. Con il 1° gennaio 2019 è divenuta operativa Alperia Trading Srl con il compito di commercializzare la produzione di energia del Gruppo e di gestire l’attività di trading di energia, mentre Alperia Smart Services Srl (già Alperia Energy  Srl) opera – a partire dal 1° gennaio 2019 – unicamente come venditore di energia e di servizi diversi ai clienti mettendo al centro delle proprie attività il cliente. Molto positivamente sono da considerarsi le efficienze operative realizzate e le sinergie di fusione ottenute che si attestano a circa 20 milioni di euro su base annua. Con il 2018 si è dato inoltre inizio ad un processo strutturato di digitalizzazione introducendo la figura di Chief Digital Officer, che ha il compito di supportare il processo di digitalizzazione e di innovazione del Gruppo Alperia”.

  
Il Presidente del Consiglio di Gestione Wolfram Sparber ha dichiarato: “Il Gruppo Alperia ha confermato il proprio ruolo di attore primario a supporto dello sviluppo del territorio provinciale generando un valore aggiunto a beneficio dell’Alto Adige di circa 222 milioni di euro (in netto aumento rispetto a quello prodotto nel 2017 pari a circa 180 milioni), sotto forma, tra l’altro, di imposte e tasse versate, di stipendi al personale dipendente (991 unità), di beni, servizi e lavori a fornitori locali, di canoni e sovracanoni sull’utilizzo delle acque pubbliche, di oneri per interventi ambientali, di sponsorizzazioni. Si tratta di un importante contributo al territorio, il cui patrimonio ci impegniamo a valorizzare; in tale ambito, un ulteriore contributo positivo è rappresentato dalla prossima realizzazione a Sinigo del nuovo impianto di teleriscaldamento a biomassa legnosa per garantire una fornitura di calore ancora più sostenibile ed affidabile: i lavori inizieranno quest’anno e l’impianto sarà disponibile per la stagione invernale 2020/2021”.

 

Indicatori Alternativi di Performance
Nel presente comunicato stampa vengono utilizzati alcuni “indicatori alternativi di performance” non previsti dai principi contabili internazionali così come adottati dall’Unione Europea (IFRS-EU), ma che il management di Alperia Spa ritiene utili per una migliore valutazione e monitoraggio dell’andamento della gestione economico-finanziaria di Alperia Spa e del Gruppo. In linea con quanto raccomandato negli Orientamenti pubblicati in data 5 ottobre 2015 dall’European Securities and Markets Authority (ESMA) ai sensi del Regolamento n. 1095/2010/EU e incorporati da Consob nelle proprie prassi di vigilanza con comunicazione no. 92543 del 3 dicembre 2015, si riportano di seguito il significato, il contenuto e la base di calcolo di tali indicatori alternativi di performance:

- EBITDA (o Margine operativo lordo) è un indicatore alternativo di performance operativa, calcolato come la somma del “Risultato operativo netto” più gli “Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni”;

- Indebitamento finanziario netto è un indicatore della propria struttura finanziaria. Tale indicatore è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni).

Si rammenta che i bilanci sono stati redatti applicando i principi contabili internazionali IAS/IFRS, come richiesto a seguito della quotazione su un mercato regolamentato dei Green Bond Alperia.