Il nostro obiettivo è quello di creare un'azienda economicamente stabile, in grado di creare valore aggiunto a lungo termine.

 

 

In qualità di azienda altoatesina assumiamo responsabilità per la nostra natura, per le persone, per la nostra terra e il suo futuro. Più di 180 milioni di euro sono stati generati come valore aggiunto diretto per l'Alto Adige. Circa 70 milioni di euro sono stati versati a enti pubblici sotto forma di, tra le altre cose, imposte, fondi ambientali, tasse di concessione e di energia elettrica fornita gratuitamente alla Provincia. 15,2 milioni di euro sono stati corrisposti ai proprietari come dividendi, circa 68 milioni di euro sono stati destinati alle retribuzioni e ai contributi previdenziali versati per i dipendenti, mentre 1,7 milioni di euro sono stati erogati sotto forma di sponsorizzazioni con ricaduta sulla comunità locale e donazioni. Infine vanno considerati altri 26,5 milioni di euro per incarichi ad aziende altoatesine. Questo valore aggiunto realizzato da Alperia va indirettamente a beneficio di tutto il territorio. Le istituzioni politiche possono finanziare numerose prestazioni pubbliche a vantaggio della popolazione non solo con i dividendi distribuiti, ma anche con le tasse e le imposte versate.

La sicurezza delle nostre dighe

Tutte le dighe che vengono gestite da Alperia sono dotate di un esteso sistema di monitoraggio che rileva il comportamento idraulico e strutturale delle opere e dei relativi invasi ai fini della sicurezza idraulica. I principali dati vengono trasmessi al Centro di Telecontrollo di Bolzano che li monitora in tempo reale. Due volte all’anno i rappresentanti dell’Ufficio Tecnico per le Dighe di Venezia del Ministero per le Infrastrutture visitano l’impianto svolgendo accurate ispezioni. Per i controlli degli sbarramenti più piccoli è invece competente l’Ufficio Dighe della Provincia Autonoma di Bolzano.

In caso di eventi meteorici importanti, Alperia provvede ad attuare un presidio rinforzato delle dighe con personale tecnico specializzato. Durante gli eventi di piena i dati in tempo reale relativi alla quota di invaso, la portata scaricata e derivata dalle grandi dighe vengono inviati dal Centro di Teleconduzione di Alperia alla sala operativa della Protezione Civile della Provincia Autonoma di Bolzano.  Tramite questi controlli, Alperia ha la possibilità di trattenere il volume d’acqua che fluisce a valle durante le piene (laminazione), riducendo la portata massima e di conseguenza la forza dirompente dell’acqua. Questo permette di garantire una maggior sicurezza alla popolazione e di limitare eventuali effetti distruttivi sull’ecosistema.

Investimenti in infrastrutture

Per garantire un approvvigionamento energetico sicuro ed efficiente per la popolazione altoatesina e sviluppare una proposta di servizi moderni e ad elevato valore aggiunto per i clienti, Alperia investe ogni anno ingenti somme.

2017 sono stati effettuati investimenti per complessivamente circa 62 milioni di euro. Gran parte degli investimenti, quasi 30 milioni di euro, sono destinati alla distribuzione di energia. Laddove possibile saranno posate nuove linee elettriche interrate, così da ridurre al minimo l’impatto ambientale e paesaggistico prodotto da tralicci e linee aeree visibili, migliorando al contempo la resilienza della rete elettrica: ad esempio, eventi meteorologici estremi, come abbondanti nevicate, non provocheranno più disservizi né guasti.
Gli investimenti nel settore del teleriscaldamento ammontano a 8,6 milioni di euro e riguardano sostanzialmente  l’ampliamento della rete di teleriscaldamento a Merano e l’ampliamento della rete di teleriscaldamento di Bolzano con il nuovo serbatoio termico.
Nel settore della produzione dalla fonte idroelettrica altoatesina, gli investimenti del 2017 ammontano a quasi 17 milioni di euro. L’idroelettrico è una delle maggiori fonti di energia rinnovabile e risulta ottimale ai fini della produzione elettrica, se si considera la conformazione montuosa del paesaggio altoatesino.